L’uso dell’ascensore condominiale nel periodo in cui il proprietario deve effettuare dei lavori di ristrutturazioni

dispersione termica | coibentare
Dispersione delle pareti e consumo energetico delle nostre case: la trasmittanza
30 Agosto 2017
sostituzione vasca da bagno | posa piatto doccia
Perché trasformare la vasca in doccia?
18 Settembre 2017
uso ascensore condominiale per lavori| art.1102 codice civile condominio

Le beghe da ascensoreuso ascensore condominiale | art 1124 cc

L’ascensore è uno dei beni di uso comune che più viene utilizzato dagli abitanti di un condominio, sopratutto da quelli che abitano ai piani più alti. É il punto in cui i condomini si incontrano maggiormente, è occasione di interazioni sociali e chiacchiere di cortesia, ma può anche generare degli scontri.

L’uso ascensore condominiale per lavori di ristrutturazione, ad esempio, è una delle cause più frequenti di dissapori. Di solito i proprietari dello stabile in ristrutturazione permettono l’uso dell’ascensore condominiale agli operai, mentre gli altri condomini sono contrari perché muratori e tecnici potrebbero sporcare e/o danneggiare il mezzo.

Chi ha ragione? Vediamo un po’.

La normativa in merito

Prendiamo come riferimento le norme che regolano l’uso dell’ascensore condominiale: “le scale e gli ascensori sono gestiti e sostituiti dai proprietari degli appartamenti che ne usufruiscono” (art 1124 cc); “ciascun partecipante può fare parimenti uso della cosa comune, a patto che non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri” ( art.1102 codice civile condominio)”.

uso ascensore condominiale per lavori| art.1102 codice civile condominioTraducendo, tutti i condomini hanno pari diritto all’uso dell’ascensore, a patto che non ne alterino la natura (trasporto di cose e persone), e in caso di comportamento doloso sarà il condomino oggetto della scorrettezza a dover sostenere le spese di riparazione.

Quindi in buona sostanza le due norme non dicono che gli operai non possono usare l’ascensore, perché se lo usano per trasportare sé stessi e i loro materiali di lavoro non alterano la natura del mezzo. Al tempo stesso, però, devono usarlo con la massima accortezza: potranno portare solo attrezzi e i materiali che non danneggiano o sporcano l’ascensore, il tutto tenendosi ben al di sotto del peso che il mezzo può caricare.

Viva il buon senso

Ancor prima delle normative in merito, tuttavia, in situazioni del genere quello che dovrebbe prevalere da ambo le parti è il buon senso: i proprietari degli appartamenti in ristrutturazione dovranno fare in modo di non creare alcun tipo di disagio agli altri condomini, e quest’ultimi dovranno rispettare la presenza degli operai fin quando questi si comportano secondo le regole del vivere civile.

Puoi richiedere maggiori informazioni cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi