Demolizioni o ricostruzioni
Demolizione e ricostruzione
11 Gennaio 2018
Doccia filopavimento
Guida alla scelta del piatto doccia su misura
12 Febbraio 2018
Pitturare casa

Pitturare La pittura edile: per un lavoro a regola d’arte

Anche quando si tratta di imbiancare casa, vale sempre la regola generale secondo la quale se volete un lavoro a regola d’arte, è meglio affidarvi a chi lo fa per mestiere.

Se siete appassionati del fai-da-te, potreste sempre cimentarvi, per prova, con ambienti quali la taverna o il garage; quando avrete visto il risultato, pensate seriamente alla possibilità di affidarvi a dei professionisti, per le stanze più importanti.

 

 

Ogni quanto tempo si deve tinteggiare?

Tra le domande relative a come imbiancare casa, c’è anche questa. Non c’è una risposta valida in tutti i casi: per avere una casa pulita e sempre in ordine, in media si dovrebbe pitturare ogni 3-5 anni. Bisogna farlo più spesso in locali in cui c’è una stufa o un caminetto, o se la casa è molto umida. Un’altra variabile è la presenza di bambini e/o animali domestici! Infine, dipende anche dalla scelta della pittura.

Pittura per casaI tipi di pittura

Come scegliere la pittura giusta? La pittura per interni più usata e raccomandabile è l’idropittura traspirante. Questa resiste a piccoli interventi di pulizia (non uno straccio bagnato!) e dura abbastanza a lungo. Le tempere, invece, benché più economiche, sono meno resistenti, in particolare in caso di umidità, e oggi sono poco usate se non per effetti particolari.

Per gli ambienti più difficili, la cucina e il bagno, è meglio usare la pittura lavabile. In tutti i casi, scegliere un buon prodotto farà poi la differenza rispetto non solo alla riuscita immediata, ma anche per quanto riguarda la durata. Nel dubbio, meglio farsi consigliare da chi se ne intende.

 

Decorazioni per paretiIdee per pitturare casa

Se una lunga serie di muri bianchi vi sembra noiosa, naturalmente è possibile variare e movimentare le cose.

Prima di tutto, si possono scegliere altri colori pittura oltre al bianco.

Sulla scelta dei colori si possono trovare teorie infinite, ma la cosa essenziale è che piaccia a chi userà la stanza; e, secondariamente, che non stanchi.

Anche per quanto riguarda le decorazioni pareti, si può deviare dalla tinta unita e dare spazio alla creatività; ma è meglio usare un software, o il consiglio di un esperto, per farsi un’idea in anteprima di quale sarà l’effetto finale.

 

Puoi richiedere maggiori informazioni cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi