Novità nell’edilizia arriva il biomattone

trattamento antimuffa | muffe nei muri
Vernice antimuffa Pro e contro
23 Ottobre 2017
tipi di paquet
Guida alla scelta dei pavimenti in legno
11 Dicembre 2017
la bioedilizia

Il biomattone, un nuovo traguardo della bioedilizia

Salubrità, risparmio energetico e ridotto impatto ambientale: le ragioni per interessarsi alla bioedilizia non mancano. Fra i materiali usati per costruire salvaguardando il pianeta e il benessere umano troviamo il biomattone, un composto di calce e legno di canapa. Vediamo perché e in quale ambito viene usato.

L’edilizia green

Materiali bioedilizia: è da qui che inizia la differenza. Le costruzioni tradizionali producono sostanze inquinanti già a partire dai materiali utilizzati. La bioedilizia invece si orienta verso componenti di origine naturale e riciclabili.

Il sughero, la fibra di cocco, di legno e la lana di cellulosa, assieme alla già citata canapa, ne sono esempi.I vantaggi del loro impiego sono molteplici. Il più ovvio consiste in una riduzione dell’inquinamento.Ma non è il solo. materiali bioedilizia

L’isolamento termico e acustico rappresentano ulteriori benefici. Il primo permette anche un importante risparmio economico sulle bollette energetiche. Gli impianti fotovoltaici ed eolici, analogamente, danno un contributo fondamentale.

In ottica green non meno prioritaria è la salute delle persone. Gli edifici ecosostenibili offrono comfort e una minore esposizione a sostanze inquinanti. L’alto grado di isolamento azzera, quasi, l’immissione incontrollata d’aria nei locali.

Questo e l’uso di filtri permettono di vivere in un ambiente sano respirando aria pulita.
L’esposizione a sostanze cancerogene e allergizzanti è nettamente inferiore rispetto all’architettura tradizionale.
Senza contare che al termine del loro ciclo vitale, i materiali green sono riciclabili.

Il mattone di calce e legno di canapa

Negli ultimi anni la bioedilizia si avvale dell’uso di mattoni innovativi. Si tratta di composti del tutto simili, quanto a forma, a quelli tradizionali. La materia prima principale, però, è il canapulo, in altre parole il legno di canapa.Questa pianta cresce molto velocemente e quindi appare conveniente dal punto di vista ambientale ed economico.

Usando la calce come legante, si ottiene il biomattone. Leggero e robusto, questo particolare mattone resiste alle basse e alte temperature, è igroscopico – ossia assorbe l’umidità dell’aria-, è un isolante acustico e non risulta attaccabile da parte di roditori e insetti. Infine, richiede minori risorse energetiche per la sua produzione rispetto a un normale laterizio. Gli usi sono diversi.

biomattone

 

Isolamenti a cappotto interni ed esterni

  • Contropareti
  • Vespai areati
  • Pannelli per isolamento acustico
  • Costruzione di muri di tamponamento su strutture portanti a telaio

Da tenere presente l’aspetto igroscopico di questo mattone: evita la formazione di condense, ma può richiedere un isolamento dal lato inferiore per impedire all’umidità di risalire.

Puoi richiedere maggiori informazioni cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi